Teatro - Da gennaio ad aprile 2011 al Montiggia di Palau la stagione di prosa del Cedac

Venerdì, 21 Gennaio, 2011
  • Per la prima Stagione e a circa sei mesi dall’apertura del nuovo Cine Teatro Montiggia di Palau, il Cedac Sardegna organizzerà la Stagione di prosa con quattro titoli in Cartellone.
  •  
  •  L’Assessore alla cultura, Sebastiano Pirredda, ha ritenuto positivo per la politica culturale di Palau aderire al Circuito Teatrale Regionale Sardo: “Far parte della rete teatrale del Cedac avvantaggia un piccolo centro come Palau, garantendo l’altissima qualità della proposta culturale”.
  •  
  • Il Cedac ha raccolto con entusiasmo l’invito del Comune: “Aprire un teatro e dargli vita con una programmazione strutturata” dice Valeria Ciabattoni direttore del Circuito Teatrale Regionale Sardo “oggi più che mai, fa guardare con ottimismo al futuro del teatro”.
  •  
  • Si parte il 29 gennaio 2011 con Gaspare e Zuzzurro protagonisti di Non c'è più il futuro di una volta di Aicardi, Formicola, Pistarino, Freyrie, regia Andrea Brambilla (una produzione a.Artisti Associati).
  •  
  •  Image preview
  •  
  • GLI SPETTACOLI
  •  
  • Il 29 gennaio 2011 Gaspare e Zuzzurro sono protagonisti di Non c'è più il futuro di una volta di Aicardi, Formicola, Pistarino, Freyrie, regia Andrea Brambilla (una produzione a.Artisti Associati). Non c'è più il futuro di una volta è una commedia illuminante sul futuro in atto, perché bisogna capirlo oggi per usarlo al meglio domani. Un testo nato dalla necessità di parlare da giovani ai meno giovani, facendoci amici i più giovani. Perché una risata passa dallo stomaco ai polmoni fino al cervello, prende la strada del pensiero, del voler capire. Una carrellata di comicità che attinge dal vero, vira al sociale, denuncia a suo modo le incomprensioni tra i vecchi modelli e le nuove modalità di vivere, di incontrarsi, di condividere, di invecchiare.
  •  
  • Il 24 febbraio 2011 sarà la volta de Il giorno della civetta  di Leonardo Sciascia. Il giorno della civetta racconta la storia dell’inchiesta di omicidio condotta da un capitano dei carabinieri appena arrivato in Sicilia, dalla lontana Parma, all’inizio degli anni ’60. Il capitano Bellodi è un uomo onesto ed intelligente, pronto ad affrontare qualunque difficoltà, pur di far bene il proprio dovere. Davanti a lui, c’è adesso un cammino lungo, faticoso, irto di ostacoli. In fondo a questo percorso, c’è la verità; ma la verità, spesso, in Sicilia, ha troppe facce. Lo spettacolo che vede protagonista Sebastiano Somma diretto da Fabrizio Catalano, contempla la partecipazione straordinaria di Orso Maria Guerrini nella parte di Don Mariano Arena.
  •  
  •  
  • Il 7 marzo 2011 Maurizio Micheli e Tullio Solenghi sono autori ed interpreti di Italiani si nasce e noi lo nacquimo,  regia Marcello Cotugno (una produzione La Contrada-Teatro Stabile di Trieste). L’Italianità. Esiste ancora? E come si manifesta oggi? E che fine hanno fatto “Dio Patria e Famiglia” o gli inevitabili e invadenti “poeti santi e navigatori”? Forse lo si può meglio scoprire e raccontare scandagliando la storia patria proprio con la comicità del teatro. E di quel teatro speciale, così tipicamente italiano, che è il varietà di sangue nobile con musiche, lepidezze, umorismo, prose e versi e canzoni (il repertorio non manca, notoriamente). I due protagonisti, Micheli e Solenghi si caleranno nel funambolismo dei personaggi, per ripercorrere le mille identità necessarie a raccontare i loro ITALIANI. Del resto loro, Italiani lo “nacquettero”.
  • Image preview
  • Chiude la stagione il 5 aprile 2011 Tutto quello che le donne (non) dicono di Francesca Reggiani e Valter Lupo con Francesca Reggiani regia Valter Lupo (Its Italia Spettacoli). L’amore è una cosa meravigliosa?  Da single è il massimo? La chirurgia estetica fa miracoli? E’ vero che se anche dopo anni di baci e bacetti “il vostro principe” si ostina a non diventare “azzurro”, è importante cambiare rospo? E’ vero che ogni lasciata è persa? Francesca Reggiani ritorna  con  un nuovo spettacolo  che non lascia scampo, con le sue battute fulminee e brucianti, con i suoi ritratti feroci e veritieri, con le sue riflessioni acute e scomode, con il suo sguardo ironico e divertente sulla nostra disastrata attualità.
  •  
  •  
  • Abbonamenti 4 spettacoli:
  • primi posti: intero €45 – ridotto €35
  •  
  • Biglietti
  • primi posti: intero €14 – ridotto €11
  • info: tel 3385865992
  • cedac@cedacsardegna.it
  • santino.mariani@alice.it
  •  
  • L’orario d’inizio degli spettacoli è previsto per le ore 21.00
  •  
  • Addetto Pubbliche Relazioni
  • Francesca Falchi
  • 3332579020
  • ffalchi@tiscali.it

 

 

 

 

 

 

 

Ti potrebbe anche interessare...