TagSardegnaCamp: I nuovi turismi e il web 2.0. Una nuova opportunità di marketing territoriale a Oristano

Giovedì, 29 Settembre, 2011

Il TagSardegnaCamp è organizzato dall’Associazione BES e dal Comune di OristanoImmaginein collaborazione con il Consorzio Uno, l’Associazione di promozione culturale e sociale Sociallab e Monumenti aperti Oristano 2011 e si inserisce all’interno del più ampio progetto TagSardegna, spin-off del progetto TagBoLab.

Un evento per discutere di turismo e media sociali e di come uno stretto rapporto tra questi può contribuire a migliorare un territorio come quello sardo. È questo il tema di TagSardegnaCamp: I nuovi turismi e il web 2.0. Una nuova opportunità di marketing territoriale.

Il TagSardegnaCamp si terrà a Oristano, presso il Chiostro del Carmine sede dell’Università Consorzio Uno, venerdì 14 ottobre 2011 dalle 10 alle 18.

I suoi obiettivi principali.

Ragionare insieme alle Istituzioni, agli operatori culturali e del turismo, ai blogger e ai protagonisti dei social network su come il web2.0, una modalità partecipata ed interattiva tra cittadini, dei sardi in Sardegna e dei Sardi nel mondo, dei turisti potenziali e dei turisti viaggiatori che hanno vissuto o vogliono visitare e vivere la Sardegna, possa favorire una nuova stagione turistica per tutto l’anno in grado di valorizzare i singoli territori e le loro caratteristiche uniche ambientali, culturali, sociali e di prodotto.

Ragionare sulla funzione di stimolo e raccordo che possono avere i progetti di sistema e le reti tra più soggetti nel promuovere la Sardegna e la sua cultura e le sue identità. Il progetto della Regione autonoma della Sardegna “L’isola che Danza” e le reti come l’associazione Bes, sono nate con la volontà di favorire una promozione comune e coordinata dei territori a partire dalla rete. E’ cresciuta in Sardegna l’esigenza di sviluppare momenti di incontro, confronto e approfondimento partecipati con Associazioni, operatori, amministrazioni locali e cittadini per individuare, in sintonia con la Regione, nuovi strumenti comuni di promozione.

Portare alla luce un’analisi ed un racconto quotidiano, aperto e a più voci, della Sardegna in Italia e nel mondo che avviene online grazie ai blogger, i gruppi facebook, i Festival, le Associazioni. Infatti, in un momento di ristrettezza economica, i racconti territoriali auto-organizzati possono essere fondamentali per l’emergere di una immagine della regione diversa e più competitiva.

L’evento sarà, inoltre, un’ottima occasione per evidenziare, per la prima volta, la rete dei blogger e dei festival, collegati grazie al progetto TagSardegna e ai dati qui raccolti.

La giornata si divide in due momenti. Durante la mattinata ci sarà una conferenza con i seguenti interventi:

ore 10:

- Saluti d’apertura:

Rappresentante Comune di Or

Rappresentante Consorzio Uno

- Angela Nonnis, Presidente di  BES

- Rappresentante del corso di Economia e Gestione dei Servizi Turistici – Consorzio Uno

- Michele d’Alena, coordinatore di TagBoLab, Laboratorio di marketing territoriale nel web 2.0 dell’Università di Bologna: TagBoLab: le basi per un’operazione di place branding partecipato

- Fabrizio Frongia, Monumenti Aperti: Raccontare l’identità e il patrimonio culturale

- Lidia Marongiu, Studio Giaccardi & Associati: Venti portali turistici istituzionali europei: linee guida per una corretta promozione turistica online

- Francesco Pintus: Sardegna 2.0: l’innovazione che parte dal basso per cambiare il territorio

- Andrea Maulini, esperto di marketing culturale

[Il programma non è ancora definitivo, potrà subire delle modifiche e delle aggiunte.]

Dopo la pausa pranzo, si riprendono i lavori alle 14, ora in cui avrà inizio il vero e proprio barcamp. Questo momento si divide nuovamente in due parti rivolte a conoscere, discutere e portare alla luce idee e proposte su come promuovere la Sardegna e la sua cultura tra online e offline.

La prima parte è, infatti, dedicata ai blogger sardi, a chi possiede, gestisce e scrive su siti o portali online o a chi ha creato gruppi o fanpage su FB che parlano della Sardegna e a chiunque abbia qualcosa da dire sui macro argomenti trattati nell’evento; la seconda parte, invece, riguarda gli organizzatori di eventi, di festival e rassegne di ogni tipo.  Il compito di suggerire qualche sintesi e ipotesi di lavoro comune saranno affidate a Michele Dalena, laboratorio marketing territoriale  e Roberto Calari.                                                        Intervento conclusivo   di Giuseppe Giordano , Vice Presidente di Bes

Se si vuole intervenire al camp è necessario iscriversi qui, seguendo le indicazioni.

Ci sono già undici partecipanti perciò affrettatevi perché i posti sono limitati (per questioni di tempo!).

Il TagSardegnaCamp è organizzato dall’Associazione BES e dal Comune di Oristano in collaborazione con il Consorzio Uno, l’Associazione di promozione culturale e sociale Sociallab e Monumenti aperti Oristano 2011 e si inserisce all’interno del più ampio progetto TagSardegna, spin-off del progetto TagBoLab.

Più avanti maggiori info e aggiornamenti sui nostri media partner e sostenitori.

Potete seguire l’evoluzione del camp anche sulla pagina FB di TagSardegna, di Bes , di  Sardegna Eventi Culturali