A Sassari " La Cavalcata Sarda"

Domenica, 13 Maggio, 2012

Immagine

La tradizionale sfilata di costumi sardi compie quest’anno 63 anni. La Cavalcata Sarda, appuntamento irrinunciabile del maggio sassarese, affonda le sue radici storiche nel lontano 1899, anno in cui si svolse la prima sfilata organizzata in onore della visita in città del re Umberto I e della regina Margherita.
La Cavalcata Sarda rappresenta insieme alla Festa dei Candelieri, l’evento turistico più importante della città. Anche per questo l’Amministrazione comunale ha scelto quest’anno di investire in una nuova e rinnovata campagna di comunicazione, curata dall’agenzia QUOM3.
Il messaggio è tutto contenuto nella scelta dell’immagine e dello slogan che l’accompagna: “C’è qualcosa di più profondo del nostro mare”. La comunicazione di quest’anno vuole mettere in evidenza lo spirito stesso della Cavalcata, mostrare la Sardegna nel profondo, al di là delle bellezze naturali. Un invito a scoprire l’essenza e l’orgoglio di un’isola, che non è soltanto mare. L'immagine, attraverso l'issohadores, fa una promessa: nessuno alla Cavalcata Sarda sarà spettatore.
La nuova campagna ha una diffusione nazionale ed internazionale, visibile in tutti gli aeroporti che fanno scalo ad Alghero - Pisa, Girona e Francoforte - e sui vettori Alitalia, Meridiana e Air One con le riviste di bordo ULISSE, ATMOSPHERE e AIRONE MAGAZINE con redazionali specifici curati per le uscite di aprile e maggio. Il mese di maggio registra infatti, già da qualche anno, un picco di presenze turistiche in città, quasi pari a quello dei mesi estivi (luglio e agosto): nel 2011 i mesi di inizio e fine stagione - maggio e settembre - hanno registrato un discreto numero dei contatti registrati dall’Infosassari. Se il 2010 contava un totale di 6.662 contatti, il 2011 ne ha registrato 7.832 (dati Infosassari). 63esima edizione Cavalcata Sarda 2 In particolare a maggio del 2010 i contatti registrati in città dall’Infosassari erano 507, mentre nel 2011 salgono a ben 1105 (nel 2009 nello stesso mese erano appena 492), con una prevalenza di turisti stranieri provenienti dalla Francia, dalla Spagna e dalla Germania. I motivi delle visite in città sono legati essenzialmente all’offerta culturale, seguita dalla presenza del mare e dalle bellezze naturali offerte dal territorio.

Anche per questo l’Amministrazione comunale di Sassari è impegnata da tempo nel valorizzare e promuovere al meglio l’evento: già da qualche anno l’appuntamento della domenica, dedicato esclusivamente alla sfilata dei costumi, è arricchito da altri importanti appuntamenti di contorno: oltre alla Serate di Canti e Danze della Sardegna , in programma come sempre sabato 19 e domenica 20 in piazza d’Italia a partire dalle 18, dal 2010 l’Amministrazione comunale ha introdotto la Rassegna di Canti e Dante Popolari, ospitata nella giornata di venerdì (18 maggio) nella suggestiva cornice di Monte D’Accoddi, con un pubblico che in questi anni è cresciuto, trasformando l’evento in un appuntamento irrinunciabile del “pacchetto Cavalcata Sarda”. Anche quest’anno l’Ippodromo Pinna ospiterà domenica 20 a partire dalle 16 gli straordinari spettacoli delle Pariglie,evento organizzato insieme alla Società Ippica Sassarese, mentre sabato 19 e domenica 20 all’Emiciclo Garibaldi sarà la quinta edizione di CADDOS, la mostra-mercato della cultura equestre, ad accogliere i visitatori giunti in città per i festeggiamenti della Cavalcata Sarda. La 63 esima edizione si arrichisce di due importanti novità: dal 18 al 20 maggio in piazza Castello arriva l’Enjoy Costa Brava - Pireneu de Girona, la fiera enogastronomica e dei servizi della Catalogna, una mostra del turismo accompagnata da degustazioni e pensata per far conoscere le bellezze turistiche, gastronomiche e culturali della regione spagnola; la settima edizione di TRIMPANU, il Festival Internazionale di Musica Etnica, quest’anno si rinnova e allunga l’arco temporale dei festeggiamenti per la Cavalcata Sarda, cercando di intercettare anche un pubblico più giovane ed esigente: giovedì 17 e venerdì 18 maggio piazza d’Italia ospiterà a partire dalle 21 le esibizioni di importanti formazioni multietniche con tradizioni sonore provenienti dai diversi angoli d’Europa.

I numeri della manifestazione

Immagine

I gruppi folk
Sono 64 i gruppi folk che partecipano alla 63esima edizione della Cavalcata Sarda in rappresentanza
di 62 paesi:

  • 15 dalla provincia di Sassari
  • 11 dalla provincia di Oristano
  • 3 dalla provincia Olbia – Tempio
  • 16 dalla provincia di Nuoro
  • 4 dalla provincia dell’Ogliastra
  • 2 dalla provincia di Iglesias - Carbonia
  • 3 dalla provincia del Medio Campidano
  • 10 dalla provincia Cagliaritana

I gruppi a cavallo
Sfileranno 21 gruppi a cavallo. I purosangue che attraverseranno le vie cittadine saranno 250.
A cavallo ci saranno anche i carabinieri in alta uniforme e ad aprire il lungo elenco dei partecipanti al corteo i motociclisti della polizia municipale, la banda musicale “Giuseppe Verdi” , il Corpo Bandistico “Luigi Canepa” e il gremio dei Massai.
La sfilata dei costumi sardi è organizzata anche grazie allo sponsor di acqua San Martino

Musica, balli e canti
Anche per quest’edizione l’Amministrazione Comunale ha scelto
di celebrare l’evento promuovendo venerdì 18 maggio una serata
di canti e balli nella suggestiva cornice dell’altare preistorico di
Monte d’Accoddi: sul palco si esibiranno 60 coppie in costume
tradizionale dei comuni della Provincia di Sassari, il gruppo Mamuthones e Issohadores “Peppino Beccoi” di Mamoida, il coro maschile “Peppino Mereu” di Tonara e il gruppo “Su Cuntrattu” di Seneghe.
Come sempre a chiudere la serata presentata da Giuliano Marongiu, il gruppo ospite di questa 63esima edizione “Esbart Dansaire Fontcoberta” di Banyoles - Catalunya.

Cifre a cavallo dei secoli

La Cavalcata Sarda compie quest’anno sessantre anni. La sfilata è diventato un appuntamento irrinunciabile dal 1951, anno in cui Sergio Costa, allora presidente dell’Ente provinciale per il turismo, decise di riesumare una vecchia tradizione isolana, quella di accogliere gli ospiti con una sfilata in costume. Era già accaduto almeno 4 volte nella storia della città: nel 1711, quando il Consiglio comunale organizzò una sfilata con veglione in occasione della visita di Filippo V, sovrano di Spagna; celebre quella che si svolse nel 1796, quando Giovanni Maria Angioy fece il suo storico e trionfale ingresso al termine della rivolta antifeudale; un altro sovrano, Umberto I di Savoia, fu testimone nel 1899 della prima cavalcata “moderna” vera e propria, di cui rimangono vecchie struggenti foto in bianco e nero. Si trattò di un evento storico, perché in quella occasione venne inaugurato il monumento a Vittorio Emanuele II, che è diventato uno dei simboli di Sassari insieme alla piazza che lo ospita. Ancora un Vittorio Emanuele, il III°, nel 1929 assistette all’ultima Cavalcata “occasionale”, insieme alla regina Elena.

 

L’ORDINE DI SFILATA

  • MOTOCICLISTI POLIZIA MUNICIPALE
  • BANDE MUSICALI - Banda musicale “Giuseppe Verdi” e Corpo Bandistico “Luigi Canepa”
  • CARABINIERI A CAVALLO in alta uniforme
  • GONFALONE della Città di Sassari
  • GREMIO DEI MASSAI

 

 

Provincia di Sassari

  • SASSARI Gruppo Folkloristico “Sassari”
  • SILIGO Gruppo Folk “Santa Maria de Bubalis”
  • USINI Gruppo Folk “Maria Bambina”
  • BONO Gruppo Folk “Giovanni Maria Angioy”
  • FLORINAS Gruppo Folk “Figulinas”
  • SENNORI Gruppo Folk “Janas Folk”
  • COSSOINE Gruppo Folk “Santa Chiara”
  • VILLANOVA MONTELEONE Gruppo Folk “Tradizioni Popolari”
  • OSSI Gruppo “Tradiziones Logudoresas Santa Ithoria”
  • PLOAGHE Gruppo Folk “Salvatore Manca”
  • BONNANARO Gruppo Folk “Bonnanaro”
  • ITTIRI Associazione Culturale “Ittiri Cannedu”
  • OSILO Gruppo Folk “Osilo”
  • ESPORLATU Gruppo Folk “Esporlatu”
  • SEDINI Gruppo Folk “Sant’Andrea”

PROVINCIA DI ORISTANO

  • ORISTANO Gruppo Folkloristico “Città di Oristano”
  • ORISTANO Tamburini e Trombettieri “Città di Oristano”
  • BUSACHI Gruppo Folk “Busachi Bella Mia”
  • CABRAS Gruppo Folk “Gli Scalzi”
  • AIDOMAGGIORE Gruppo folk “Sa Cointrotza”
  • GHILARZA Gruppo Folk “Onnigaza”
  • PAULILATINO Gruppo Folkloristico “Guilcier Real”
  • SAMUGHEO Gruppo Folk “San Sebastiano” con i “Mamutzones”
  • SCANO MONTIFERRO Gruppo Folk “Montiferru”
  • Ingresso carro a buoi di Scano Montiferro
  • SEDILO Gruppo Folk “Santu Antine”

GRUPPO OSPITE:

“Esbart Dansaire Fontcoberta” di Banyoles - Catalunya

 

PROVINCIA DI NUORO

  • NUORO Gruppo Folk “Santu Predu”
  • BITTI Gruppo Folk “Sas Prennas”
  • DORGALI Gruppo Folkloristico “Tiscali Dorgali”
  • OTTANA Associazione Culturale “Boes e Merdules”
  • MEANA SARDO Gruppo Folk “Pro Loco”
  • OLIENA Gruppo Folk “Su Gologone”
  • ARITZO Gruppo Folk “Sa Facciola”
  • OROSEI Gruppo Folk “Santa Maria e Mare”
  • SORGONO Gruppo Folk “Sorgono”
  • ORGOSOLO Gruppo Folk “Antonia Mesina”
  • OROTELLI Associazione “Thurpos e Eritajos””
  • GAVOI Gruppo Folk “Pro Loco”
  • SARULE Gruppo Folk “Maschera a Gattu e Maimone”
  • ORANI Gruppo Folk “Orani”
  • OLLOLAI Gruppo Folk “Balladores”
  • SILANUS Gruppo Folk “Santu Larettu”
  • Ingresso carro a buoi di Silanus
  • MAMOIADA Associazione Turistica “Pro Loco Mamuthones/Isohhadores”

 

PROVINCIA DI CAGLIARI

  • CAGLIARI Gruppo Folk “Quartiere Villanova”
  • ASSEMINI Gruppo Folk “Città di Assemini”
  • ISILI Gruppo Folk “S’Arramini”
  • DOLIANOVA Gruppo Folk “Città di Dolianova”
  • SELEGAS Gruppo Folk “Tradizioni Popolari”
  • MURAVERA Gruppo Folk “Muraverese”
  • VILLASOR Gruppo Folk “San Biagio”
  • SAN VITO Gruppo Folk “Santa Barbara”
  • NURAGUS Gruppo Folk “Valenza”
  • SELARGIUS Gruppo Folk “Kellarious”

PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO

  • OLBIA Gruppo Folk “Olbiese”
  • TELTI Gruppo Folk “Li Frueddhi Tiltesi”
  • TEMPIO PAUSANIA Accademia Tradizioni Popolari “Città di Tempio”

PROVINCIA OGLIASTRA

  • LANUSEI Gruppo Folk “Lanusei Cultura e Folklore”
  • TORTOLI’ Gruppo Folk “Sant’Andrea”
  • ILBONO Gruppo Folk “Ilbono”
  • LOTZORAI Gruppo Folk “Tradizioni Popolari”

PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO

  • SANLURI Gruppo Folk “Marmilla ‘76”
  • GUSPINI Gruppo Folk “Tradizioni Popolari”
  • LUNAMATRONA Gruppo Folk “Lunamatrona”

PROVINCIA CARBONIA – IGLESIAS

  • IGLESIAS Gruppo Folk “Is Meurreddus”

  • SAN GIOVANNI SUERGIU Gruppo Folk “Is Massaius Suerxinus”

Seguono i GRUPPI A CAVALLO: Giara Oristanese, Cavalieri dell’Alto Oristanese, Santu Lussurgiu, Abbasanta, Paulilatino, Ghilarza, Scano Montiferro, Simaxis, Sedilo, Ovodda, Oniferi, Orani, Gavoi, Muravera, Sestu, Bonnanaro, Osilo, Nulvi, Sennori, Torralba, Pattada.

 

 

COPPIE A CAVALLO

Quest’anno sono 56 le coppie a cavallo che sfileranno lungo il corteo, 36 dalla Provincia di Sassari, 15 dalla Provincia di Nuoro e 2 dalla Provincia di Cagliari.

Provincia di Sassari

  • Sassari (Thathari) 2 coppie
  • Sassari (Città di Sassari) 1 coppia
  • Sassari (San Nicola) 2 coppie
  • Sassari (Gurusele) 4 coppie
    Siligo 3 coppie
  • Bono 3 coppie
  • Bultei 4 coppie
  • Florinas 2 coppie
  • Sennori 3 coppie
  • Ossi 3 coppie
  • Bonnanaro 4 coppie
  • Ittiri 4 coppie
  • Osilo 4 coppie

Provincia di Nuoro

  • Bitti 3 coppie
  • Ollolai 8 coppie
  • Silanus 4 coppie

Provincia di cagliari

  • Isili 2 coppie

TRACCAS

  • Scano Montiferro
  • Silanus

 Immagine

 

 tutte le info sono  tratte dal sito del Comune di Sassari

http://www.comune.sassari.it/servizi/cultura/cavalcata/cavalcata_2012.htm  dove potetet trovare i programmi completi anche delle manifestazioni collaterali

Informazioni

Infosassari
via S. Satta 13 (Palazzo di Città)
tel. +39 079 2008072
[e-mail infosassari@comune.sassari.it ]

Assessorato al Turismo
Palazzo Infermeria Sal Pietro, Largo Infermeria San Pietro
te. +039 079 279 279970 - 079 279955

Video Gallery