A Samugheo dal 01 agosto al 06 settembre 2020 Tessingiu, la 53ª Mostra dell’Artigianato Sardo e MINIARTEXTIL,Pop Up, al Museo MURATS

Mercoledì, 29 Luglio, 2020

Immagine                                                                Tessingiu_Mostra dell'artigianto Sardo                                                                                                                  

Dal 01 agosto al 06 settembre 2020  il  Comune di Samugheo, MURATS_Museo Unico Regionale dell’Arte Tessile Sarda e  ARTE&ARTE presentano TESSINGIU, 53ª Mostra dell’Artigianato Sardo, presso Ex Cantina sociale e MINIARTEXTIL, Pop Up, Museo MURATS. L'Inaugurazione si terrà  sabato 01 agosto ore 19:00, presso la Ex Cantina Sociale                                                                                                                                               Quest’anno l’appuntamento con la classica mostra dell’artigianato si arricchisce di una serie di eventi che esaltano il paese di Samugheo come meta imprescindibile degli appuntamenti estivi per l’artigianato e l’arte contemporanea in Sardegna. Da un lato l’azione di valorizzazione e la ricchezza della cultura territoriale attraverso la promozione del talento e dell'identità espressiva artigianale con TESSINGIU, la 53ª Mostra dell'Artigianato Sardo che, anche quest'anno, rinnova il tradizionale appuntamento con le eccellenze del panorama regionale promosso dal Comune di Samugheo in collaborazione con la Pro Loco di Samugheo e il MURATS_Museo Unico Regionale dell'Arte Tessile Sarda. Dall’altra il grande evento internazionale di Fiber Art MINIARTEXTIL, una delle più importanti mostre a livello internazionale, che quest’anno è arrivata alla sua 29^ edizione e che presenta una indagine dove il tessuto, e la materia tessile in generale, viene declinata con il linguaggio dell’arte contemporanea. Infine, nel tessuto urbano di Samugheo, verranno realizzati una serie di murales a tema che inviteranno i visitatori a percorrere e godere gli scorci caratteristici che offrono le vie del paese.                                                                                                

Sabato 01 agosto alle ore 19:00, presso la Ex Cantina Sociale, ci sarà il taglio del nastro con le degustazioni, organizzate da Mirtò, del liquore per eccellenza della Sardegna il mirto che anticiperà un altro appuntamento che verrà organizzato nel mese di agosto a Samugheo e legato a Tessingiu.                                                                   Le esposizioni, visitabili fino al 06 settembre 2020, saranno allestite nella ex Cantina Sociale di via Brigata Sassari per quanto riguarda la mostra dell’artigianato dove sarà possibile vedere e comprare i manufatti di circa 60 artigiani selezionati tra i migliori creativi isolani in una splendida struttura risultato di un recupero di architettura industriale che ha dato nuova vita all’edificio. In questi spazi si svilupperà un racconto sulla manifattura che associa i maestri del tessile e del vetro, del legno e della pelle, della ceramica e del ferro, della pietra e dell'oro.                          TESSINGIU rinnova l’appuntamento storico nel paese della tessitura e della produzione tessile per eccellenza qual è Samugheo, dove la cultura artigianale si sposa perfettamente alle pretese di un turismo sostenibile e di qualità con la possibilità di vedere dal vivo i laboratori artigianali e conoscere le persone che creano questi meravigliosi manufatti.

Immagine

Tessingiu_Mostra dell'artigianto Sardo

Immagine

Tessingiu_Mostra dell'artigianto Sardo

Immagine

Tessingiu_Mostra dell'artigianto Sardo

Al Museo MURATS si potrà visitare MINIARTEXTIL, la principale rassegna europea dedicata alla fiber art contemporanea, nata a Como nel 1991 per volontà di Nazzarena Bortolaso e Mimmo Totaro, e promossa dall’Associazione culturale ARTE&ARTE che oggi conta sedi espositive in tutto il mondo. Un filo unico unisce quindi la Barbagia del Mandrolisai a Como, città dove batte veloce il ritmo alternato della trama e dell’ordito: da sempre la più importante produzione industriale del territorio è rappresentata dalla filiera tessile e oggi la città è ampiamente coinvolta nei circuiti della moda e del Made in Italy. Miniartextil, esempio di passione e pionierismo sin dagli anni novanta, proponeva inizialmente l’esposizione di soli minitessili: piccole opere allora di alto artigianato, realizzate con tecniche o materiali tessili. Col tempo, grazie a diversi fattori, primi fra tutti la consuetudine con artisti internazionali e l’amore per l’arte tessile poi diventata textile art e oggi, ancora, fiber art, la mostra è cresciuta e accanto ai MINI, ha introdotto i MAXI, installazioni di grandi dimensioni realizzate da firme prestigiose, spesso lavorando in situ in spazi espositivi sempre differenti, caratterizzate dall’uso di fibre tessili. In scena i lavori dell'area MINI e dell'area MAXI dove il pop up colorato e giocoso affiora tra le trame con illusori accenni rassicuranti e si lascia intercettare nei 54 minitessili della selezione annuale che fluttuano nel cuore dell'allestimento mentre i dieci artisti selezionati per l’aere maxi creano un percorso che si snoda nelle varie sale del Museo, tra questi Manuel Ameztoy, Ashley V. Blalock, Giulio Locatelli, Akio Hamatani, Cordula H. Molis, Gianni Nieddu, Naoe Okamoto, Yasuaki Onishi, Edge Hannah Quinlivan, Franca Sonnino, Takaaki Tanaka, Susan White.

Immagine

Takaaki Tanaka, Scenery of trees, 2019

Immagine

Hannah Quinlivan, Polyrhythm 2019, by Giulia Pini

Immagine

Giulio Locatelli, I mutanti, 2019

Immagine

Gianni Nieddu, Police, 1999-1

lizzeranno le loro opere/murales. Giorgio Casu, uno dei maggiori artisti sardi specializzati in questa tecnica, si confronterà con la tematica della simbologia e del colore in tessitura per la realizzazione di un murales di oltre 140 mq. Altri interventi verranno eseguiti da quattro studenti della Accademia delle Belle Arti di Sassari: Eleonora Cleriti, Taras Halaburda, Serena Salis e Davide Manca. Anche per loro i temi affrontati saranno quelli della tessitura e anche del carnevale tradizionale di Samugheo e le sue maschere dei Mamutzones.

Video Gallery