A Oristano: "Tag SardegnaCamp: I nuovi turismi e il web 2.0 una nuova opportunità di marketing territoriale.

Mercoledì, 12 Ottobre, 2011

Immagine

Il 14 ottobre  si tiene presso l'Hotel Mistral2 di Oristano un  convegno sulla relazione tra turismo e media sociali per esplorare le potenzialità degli strumenti sociali per la promozione del territorio sardo.

L’iniziativa, a cura di TagSardegna e dell’Associazione BES – Grandi eventi in Sardegna, in collaborazione con il Comune di Oristano, l’associazione SocialLab e Monumenti Aperti, è in programma venerdì 14 Ottobre.

“Tag SardegnaCamp: I nuovi turismi e il web 2.0 una nuova opportunità di marketing territoriale” è il titolo del convegno che metterà a confronto per l’intera giornata amministratori pubblici, esperti di marketing e di nuove tecnologie, operatori turistici.

L’idea del convegno nasce dall'esperienza avviata dal sito TagSardegna www.tagsardegna.it, spin-off del laboratorio di marketing territoriale TagBoLab www.tagbolab.it, che tramite il web 2.0 ha avviato ampie collaborazioni con il mondo della rete che in Sardegna e fuori dalla Sardegna parla e vuole interessarsi dell’isola per promuoverla dal punto di vista culturale e del turismo culturale. L’appuntamento di venerdì, partendo da quelle esperienze, vuole indagare i meccanismi che regolano le attività di comunicazione e promozione territoriale delle istituzioni nell’epoca della globalizzazione.

“Il turista sta cambiando e il viaggio inizia quando si accende il computer e si cercano informazioni relative a luoghi e territori – spiegano gli organizzatori -. Il viaggiatore assume dunque un ruolo attivo nella decisione della propria vacanza e sempre più spesso decide attraverso i canali sociali quali luoghi visitare, facendosi consigliare dagli altri utenti web, con i quali ha instaurato un rapporto di fiducia. Se la Sardegna non vuole rischiare di perdere posizioni nello scenario turistico italiano ed europeo e se vuole conquistare nuove opportunità per sviluppare il turismo culturale, deve adeguarsi ai tempi e ai cambiamenti”.
“Il progetto della Regione L’isola che Danza e le reti come l’Associazione Bes partono dalla volontà di favorire una promozione comune e coordinata dei territori a partire dalla rete – proseguono -. È cresciuta in Sardegna l’esigenza di sviluppare momenti di incontro, confronto e approfondimento con associazioni, operatori, amministrazioni locali e cittadini per individuare, in sintonia con la Regione, nuovi strumenti comuni di promozione”.

L’obiettivo finale del convegno è avviare una riflessione comune, tra istituzioni, operatori culturali e del turismo, blogger e protagonisti dei social network, su come il web2.0 possa favorire una nuova stagione turistica per tutto l’anno in grado di valorizzare i singoli territori e le loro caratteristiche uniche ambientali, culturali, sociali e di prodotto.

Il programma prevede l’apertura alle 10 con i saluti delle autorità. Seguiranno gli interventi degli amministratori pubblici e degli esperti. Nel pomeriggio, a partire dalle 14, TagSardegnaCamp, il primo meeting dei blogger sardi e degli organizzatori di festival ed eventi al quale hanno già aderito numerosi operatori. A seguire dibattito.

Chi non avesse l’opportunità di partecipare potrà seguire in diretta l’evento su twitter con la tag #tagsardegnacamp, su Facebook all’indirizzo www.facebook.com/tagsardegna.

 La diretta streaming sarà disponibile sul sito www.tagsardegna.it. Ulteriori informazioni possono essere richieste scrivendo alla mail giulia.madau85@gmail.com  

www.tagsardegna.it      www.sardegnagrandieventi.it     www.comune.oristano.it   www.monumentiaperti.it  

TagSardegnaCamp

Il TagSardegnaCamp è un evento che ha per oggetto la relazione tra turismo e media sociali. L’iniziativa mira a evidenziare quali sono le potenzialità degli strumenti social per la promozione del territorio sardo e si inserisce all’interno del più ampio progetto TagSardegna, spin-off del progetto TagBoLab.

TagSardegnaCamp  è organizzato dall’Associazione BES e dal Comune di Oristano in collaborazione con  l’Associazione di promozione culturale e sociale Sociallab e Monumenti aperti Oristano 2011. 

 Perché parlare di web 2.0 e turismo?

Nell’epoca della globalizzazione la competitività tra territori si fa sempre più accanita  e l’attività delle istituzioni nel comunicare e promuovere un luogo nei confronti dei turisti assume un ruolo decisivo e fondamentale.

Contemporaneamente: il turista sta cambiando e il viaggio inizia quando si accende il computer e si cercano informazioni relative a luoghi e territori.  Il viaggiatore assume un ruolo attivo nella decisione della propria vacanza e sempre più spesso decide attraverso i canali social quali luoghi visitare, facendosi consigliare dagli altri utenti web, con i quali ha instaurato un rapporto di fiducia.

Se la Sardegna non vuole rischiare di perdere posizioni all’interno dello scenario turistico italiano ed europeo, anzi se vuole conquistare nuove opportunità per sviluppare il turismo culturale, deve adeguarsi ai tempi e ai cambiamenti.

 

Obiettivi dell’evento

Ragionare insieme alle Istituzioni e agli operatori culturali e del turismo e ai blogger e ai protagonisti dei social network su come il web2.0, una modalità partecipata ed interattiva tra cittadini, dei sardi in Sardegna e dei Sardi nel mondo, dei turisti potenziali e dei turisti viaggiatori che hanno vissuto o vogliono visitare e vivere la Sardegna, possa favorire una nuova stagione turistica per tutto l’anno in grado di valorizzare i singoli territori e le loro caratteristiche uniche ambientali, culturali, sociali e di prodotto.

 

Ragionare sulla funzione di stimolo e raccordo che possono avere i progetti di sistema e le reti tra più soggetti nel promuovere la Sardegna e la sua cultura e le sue identità. Il progetto della Regione autonoma della Sardegna “L’isola che Danza” e le reti come l’associazione Bes,  sono nate con la volontà di favorire una promozione comune e coordinata dei territori a partire dalla rete. E’ cresciuta in Sardegna  l’esigenza di  sviluppare  momenti di incontro, confronto e approfondimento partecipati con Associazioni,  operatori, amministrazioni locali e cittadini per individuare, in sintonia con la Regione, nuovi strumenti comuni di promozione.

 Un’analisi ed un racconto quotidiano, aperto e a più voci, della Sardegna in Italia e nel mondo che avviene  tramite  il  web.2.0, i blogger, i gruppi face book, i Festival, le Associazioni.   Di sicuro, l'evento sarà, infatti, un’ottima occasione per evidenziare, per la prima volta, la rete dei blogger e dei festival, collegati grazie al lavoro di Giulia Madau sulla Sardegna e il web e il web2.0: nei dati raccolti da TagSardegna, un progetto di rete e di marketing territoriale tramite il web 2.0.

 In un momento di ristrettezza economica, i racconti territoriali auto-organizzati possono essere fondamentali per l'emergere di una immagine della regione diversa e più competitiva.

 

IL PROGRAMMA:

Data:

- Venerdì 14 ottobre

 Location:

-  Oristano- Hotel Mistral 2 (v.xx settembre)

Programma:

MATTINA h.10 → istituzioni:

 - Saluti d'apertura: Antonio Giovanni Ghiani - Comune di Oristano       

               - Angela Nonnis: Presidente di  BES

-Interventi e relazioni:

-  Michele d’Alena, coordinatore di TagBoLab, Laboratorio di marketing territoriale nel web 2.0 dell’Università di Bologna: TagBoLab: le basi per un’operazione di place branding partecipato

-  Fabrizio Frongia, Imago Mundi - Monumenti Aperti:  La sfida del web 2.0 per il volontariato culturale

- Barbara Argiolas Assessore del Turismo del Comune di Cagliari 

-  Lidia Marongiu,  Studio Giaccardi & Associati: Venti portali turistici istituzionali europei: linee guida per una corretta promozione turistica online 

-  Francesco Pintus: Sardegna 2.0: l’innovazione che parte dal basso per cambiare il territorio

                - Andrea Maulini, esperto di marketing culturale

            - Salvatore Carta (Xorovo srl, spin-off dell'Università di Cagliari):  La Rivoluzione Mobile e i servizi al turista: un progetto per Cagliari

            - Maurizio Bettelli, direttore generale Gruppo Consul: Il capo tribù 2.0 nel turismo: quanto high tech e quanto high touch?

E' stato invitato anche l'Assessorato al Turismo della Regione Autonoma della Sardegna

BREAK h.13.00

POMERIGGIO h.14 → barcamp:

TagSardegnaCamp: il primo meeting dei blogger sardi e degli organizzatori di festival ed eventi

Introduce Giulia Madau, fondatrice di TagSardegna

seguono interventi e proposte su come promuovere la Sardegna e la sua cultura tra online e offline,

coordina e modera Sociallab

-  la Sardegna online: primo meeting dei blogger e community sardi

-  la Sardegna offline: organizzatori festival ed eventi, soci BES

ore 17.30 Resoconto, sintesi della giornata: Michele d’Alena e  Roberto Calari

 

ore 18,00 Fine lavori  e saluti del Vice-presidente di BES Giuseppe Giordano

 

Media partner:

- TagSardegna

-  Associazione BES

- Brinc@  

- Sardinia People

- TagBoLab

- Sardegna 2.0

- Sardinia Innovation

- MareNostrum

 

BarCamp

Il barcamp è una conferenza generata dai partecipanti: nessuno è spettatore e tutti possono contribuire alla riuscita dell’evento portando un progetto, un'idea, preparando una presentazione, partecipando alla discussione. Su wikipedia altre informazioni a riguardo.

Chiunque abbia qualcosa da condividere o il desiderio di imparare è benvenuto e invitato a partecipare.

La registrazione al Barcamp, previsto per la seconda parte della giornata, avviene attraverso  tagsardegna.it  L’iscrizione è obbligatoria per coloro che vogliono intervenire e proporre il proprio intervento.

 Su twitter: #tagsardegnacamp

Su FB: http://www.facebook.com/tagsardegna Diretta streaming: http://www.tagsardegna.it  Interventi del pomeriggio:

1.Giulia Madau http://www.tagsardegna.it

2.Giancarlo Palermo http://brinca.ning.com/

3.Massimo Loi http://www.casteddu.it

4.Antonio Marco Camboni www.sardiniapeople.net

5.Giampaolo Salice http://subarralliccu.wordpress.com/

6.Francesco Obino . Fondazione Sartiglia www.sartiglia.info

7.Paola Panico - Stragiochiamo, sport e centri storici

8.Alberto Masala - http://albertomasalatesti.blogspot.com (collegamento skype)

9. Valeria Gentile http://viagginversi.com/

10. Davide Corriga - Consulta dei giovani di Bauladu

11. Monica Mureddu http://www.sardiniainnovation.it/      (collegamento skype)

12. Giovanni Sedda - http://www.portalesardegna.com/

13. Antonio Iatalese - Consulta giovani Oristano

14 Lino Cianciotto - START-VL srl unipersonale www.startvl.it Modello START: una metodologia per la certezza delle fonti nel settore del turismo"

15. Alessandro Vagnozzi - Giovani Imprenditori di Confindustria Oristano www.assindor.it 

16. Luca Secchi, Ing. Assessorato Regionale Turismo - SardegnaTurismo Evoluzione: la nuova piattaforma del turismo regionale verso Open Linked Data, semantic web e web 2.0

17. Nicola Cireddu, 19 anni, Studente in Economia e Gestione Aziendale a Cagliari

18. Alessandra Polo - Community & Content Manager Marenostrum - Quotidiano online di eventi, notizie e turismo in Sardegna

19. Alessio Mura e Michela Atzori  www.associazioneroots.it

20.  Fabio Carta - KUNTRA live&events  www.kuntra.it

21. Claudio Simbula - pubblicista e blogger, (presunto) interaction designer www.iosperiamoche.it

22. Maurizio Serra - "Progetto Cultura" promosso da bandierasarda.it

23. Lello Torchia - responsabile servizio turismo della Provincia di Oristano: http://www.gooristano.com http://oristanowestsardinia.it/

24. Alice Angioni - Destination managment: un nuovo concetto di gestione della destinazione turistica

25. Delia Cualbu - Internet destination marketing

26. Andrea Zironi - www.giaccardiassociati.it - consulente - buone prassi di di Bottom-up Economy per la crescita 'dal basso' di territori e sistemi turistici

Intereventi finali  Michele Dalena, Roberto Calari 

Conclusioni della giornata: Giuseppe Giordano, Vice Presidente Associazione Bes