Monumenti Aperti a Cagliari

Giovedì, 3 Maggio, 2012

 

Immagine

Sabato 5 Maggio a Cagliari al via Monumenti Aperti

Al via la XVI edizione di Cagliari Monumenti Aperti. Sabato 5 maggio alle ore 11 nella Chiesa della Purissima, una delle novità più attese, verrà inaugurata l’edizione 2012. I monumenti saranno visitabili dalle ore 16 alle ore 20 del sabato e dalle ore 9 alle ore 20 della domenica. Novantaquattro i monumenti aperti. Accanto ai “classici” e sempre affollati, nove sono le novità. La Necropoli Punica di Tuvixeddu è una di queste, il percorso nel 900 in via Pola, il parco di Monte Claro, la Villa Clara, l’area archeologica della Chiesa di Santa Lucia, la Pinacoteca del Convento dei Frati Minori di Santa Rosalia, la scuola elementare Carlo Felice. Anche quest’anno tra le iniziative più ambite si ripropongono due percorsi naturalistici. L’uno parte da piazza Calamosca per percorrere la Sella del diavolo, l’altro parte dal faro di Calamosca per attraversare il Colle Sant’Ignazio. Una delle novità più interessanti è situata fuori dal territorio cittadino. Si tratta del Sardina Radio Telescope (SRT), il radiotelescopio più grande d’Italia, situato a circa 40 km a nord di Cagliari nel Comune di San Basilio. In occasione di questa sedicesima, sabato 5 maggio il Teatro Lirico di Cagliari offrirà anche un concerto straordinario gratuito dal titolo Omaggio a Sant’Efisio, in cui alle ore 19 sarà eseguita la celeberrima Nona Sinfonia di Beethoven. Tra le iniziative speciali si ripete Cultura senza Barriere che nasce dalla volontà di avere i Monumenti aperti a tutti. Per l’ottava edizione ritorna S-Guarda la Città, invitando tutti i bambini ad andare in giro per i monumenti di Cagliari e disegnare, trasformare e colorare le facce che avranno trovato. Paolo Fresu, Davide Catinari e Rossella Faa sono i tre musicisti prestati alla letteratura per la quarta edizione de I racconti di Monumenti Aperti. Per il nono anno si rinnova anche Gusta la città, l’iniziativa che prevede il connubio tra cultura e gastronomia. Inoltre nelle giornate di sabato e domenica ben 26 sono i concerti e gli spettacoli gratuiti che si terranno grazie alla disponibilità delle tante associazioni musicali presenti a Cagliari. L’edizione 2012 introduce per la prima volta Sentieri (in)interrotti. L’intento è quello dell’abitare la città e attraversare i suoi infiniti percorsi, un modo per inserire il “monumento” in una visione più ampia che permetta di individuare un itinerario nell’insediamento urbano di oggi e di vederne le relazioni. I sentieri (in)interrotti nella città suggeriscono quindi una prosecuzione verso l’oltre, affinché la conoscenza del nostro patrimonio culturale sia sempre un’interessante occasione di confronto e una fonte inesauribile di nuove scoperte. 

La manifestazione

Riscoprire ... tracce, segni, testimonianze del passato.

Riappropriarsi delle proprie tradizioni civili e religiose per rafforzare l'identità collettiva, il senso di appartenenza alla propria comunità, stimolare nelle giovani generazioni la conoscenza della propria storia.

Queste le motivazioni che hanno ispirato Monumenti Aperti, una Manifestazione nata nel 1997 a Cagliari per iniziativa dell'associazionismo civile e culturale e dell'Amministrazione Civica.

Animata da gruppi, associazioni e scuole che accolgono i visitatori e guidano alla scoperta dei beni archeologici, storico - artistici e ambientali del proprio centro, Monumenti Aperti rappresenta uno straordinario appuntamento di civile e comunitario impegno per la salvaguardia del nostro patrimonio ambientale, culturale e artistico

Monumenti per località

Cagliari

Archivio di Stato
Area Archeologica Chiesa Santa Lucia
Auditorium del Conservatorio di musica
Basilica di S.Saturnino
Basilica di Santa Croce
Batteria Antiaerea C-135
Biblioteca Militare di Presidio
Biblioteca Universitaria e Sala Settecentesca
Casa Massonica
Castello e Parco di S.Michele
Cattedrale e Cripta dei SS Martiri
Cavità di Via Vittorio Veneto
Centro di Cultura Contadina
Chiesa della Purissima
Chiesa della Speranza
Chiesa di S. Chiara
Chiesa di S. Efisio a Giorgino
Chiesa di S. Giuseppe
Chiesa di S. Lorenzo
Chiesa di S. Lucia
Chiesa di S. Michele
Chiesa di San Simone e Fattoria di Sa Illetta
Chiesa di San Vincenzo de' Paoli
Chiesa di Sant'Alenixedda
Chiesa di Sant'Antonio Abate
Chiesa di Santa Maria del Monte
Chiesa di Santa Rosalia
Chiesa e Cripta del Santo Sepolcro
Chiesa e Cripta di San Lucifero
Chiesa, Chiostro e Cripta di San Domenico
Cimitero Monumentale di Bonaria
Cittadella dei Musei e Fortificazioni
Colle di Sant'Ignazio: percorsi naturalistici
Collezione Piloni - Musei e Collezioni Università di Cagliari
Collezioni Litiche - Musei e Collezioni Università di Cagliari
Consiglio Regionale della Sardegna - Sala Consiliare, Percorso Nivola
Convitto Nazionale
Cripta di S. Restituta
Exma'
Facoltà di Architettura, Complesso Mauriziano, Palazzo Cugia
Fortino di S. Ignazio
Fullonica
Galleria Comunale d’Arte e Giardini Pubblici
Galleria Rifugio
Ghetto
Grotta della Vipera
Istituto del Sacro Cuore
Lazzaretto di Sant'Elia
Liceo Artistico Foiso Fois - Ex Collegio San Giuseppe e sotterranei
Mediateca del Mediterraneo
Museo Archeologico Nazionale
Museo Cere Anatomiche Clemente Susini - Musei e Collezioni Università di Cagliari
Museo del Duomo
Museo delle Ferrovie dello Stato - Convoglio storico -Trenitalia
Museo di Biologia Animale - Musei e Collezioni Università di Cagliari
Museo di Chimica - Musei e Collezioni Università di Cagliari
Museo di Fisica - Musei e Collezioni Università di Cagliari
Museo di Geologia e Paleontologia “D. Lovisato” - Musei e Collezioni Università di Cagliari
Museo di N. S. di Bonaria
Museo d’Arte Siamese Stefano Cardu
Necropoli di Tuvixeddu
Oratorio del Santissimo Crocifisso
Orto Botanico
Palazzo Civico e Sottopiano
Palazzo dell'Università
Palazzo di Città e Museo delle Torri
Palazzo Fois
Palazzo Siotto
Palazzo Viceregio
Parco dell' Autonomia di Villa Devoto
Parco delle Rimembranze
Parco di Monte Claro
Parco Naturale Regionale Molentargius e Città del Sale
Percorsi nel ‘900 - Piazza del Carmine
Percorsi nel ‘900 - via Pola: la metamorfosi di un luogo della memoria
Pinacoteca Nazionale
Pozzo di S. Pancrazio
Ruderi della Chiesa di san Francesco di Stampace
Sale di Rappresentanza del T.A.R.
Sant'Eulalia: Area Archeologica & Museo del Tesoro
Scala di ferro e fortificazioni
Scuola Elementare Carlo Felice
Sella del Diavolo: percorsi naturalistici
Società degli Operai di Mutuo Soccorso
Società di Sant'Anna
Teatro Civico
Teatro Lirico
Teatro Massimo
Tempio Punico Romano
Torre dell'Elefante
Torre di San Pancrazio
Vetreria di Pirri & Museo di Aquilegia
Villa Clara
Villa di Tigellio
Villa Vivaldi Pasqua

Tutte le sche dei Monumenti  sul sito  www.monumentiaperti.com

 

Itinerari
CAGLIARI: PERCORSI NATURALISTICI 2012

Di seguito si segnalano i monumenti che non seguono interamente gli orari della manifestazione e i punti di partenza per i percorsi disponibili per questa edizione:

Percorso Sella del Diavolo, partenza da Piazzale Calamosca Orari: sabato 5 maggio ore 16.00 e 17.30; domenica 6 maggio alle ore 10.00, 11.30, 15.00, 16.00,17.00. Durata un’ora e mezzo circa. Percorso lungo appuntamento ore 8.30 della domenica, max partecipanti 30 persone. Si consiglia vivamente di indossare calzature adeguate.
Percorso Colle di Sant’Ignazio, partenza dal piazzale fronte Faro Calamosca. Orari: domenica dalle 10.00 alle 17.30, partenza ogni ora circa.

Itinerari
 
CAGLIARI: Sentieri (in)interrotti

 

L’edizione 2012 presenta una nuova proposta introducendo per la prima volta un unico tema e un solo titolo. Per quest’anno il tema è quello dell’abitare la città e attraversare i suoi infiniti percorsi.

 

Itinerari
L’edizione 2012 presenta una nuova proposta introducendo per la
prima volta un unico tema e un solo titolo. Per quest’anno il tema è
quello dell’abitare la città e attraversare i suoi infiniti percorsi.
Partendo da un bene culturale - un’area archeologica, un dipinto,
un edificio - gli itinerari hanno l’ambizione di ricostruire idealmente
l’insieme degli aspetti sociali, economici, culturali che lo radicano
alla storia della città di Cagliari.
Il suggerimento diventa quello di ricostruirne il contesto per inserire
il “monumento” in una visione più ampia che permetta di individuare
un itinerario nell’insediamento urbano di oggi e di vederne
le relazioni. Quindi, non più il “monumento” a sé stante bensì
al centro di un percorso, per ritrovare i legami e le connessioni.
I sentieri (in)interrotti nella città suggeriscono quindi una prosecuzione
verso l’oltre, nel territorio regionale o anche altrove, affinché
l’esperienza di conoscenza del nostro patrimonio culturale
sia sempre un’interessante occasione di confronto e una fonte
inesauribile di nuove scoperte.

A cura di Franco Masala, Donatella Mureddu, Marcella Serreli,
Tiziana Sassu, Università di Cagliari, Laboratorio di Didattica e
Comunicazione dei Beni Culturali

Karales e le sue necropoli

La Grotta della Vipera è la prima tappa di un itinerario alla scoperta
del sistema delle necropoli nella Cagliari romana che consente di comprendere come l’ubicazione delle aree funerarie nelle città antiche fosse connessa alla viabilità extraurbana.
Così le aree archeologiche di Bonaria, di S. Saturno e S. Lucifero e della Scala di Ferro ma anche i numerosi reperti conservati al Museo Archeologico, provenienti da siti non più visibili o distrutti, divengono punti di riferimento per un discorso
sull’organizzazione di Karales.

Itinerario suggerito:
Grotta della Vipera
Villa di Tigellio
Orto Botanico - Cisternone
Tempio Punico romano proprietà Orofino
Tuvixeddu
Museo di Bonaria
Basilica di San Saturnino
Chiesa e Cripte San Lucifero
Fullonica
Scala di Ferro, area archeologica
Area archeologica S. Eulalia
Area archeologica Chiesa S. Lucia della Marina
Museo Archeologico

Dalla Pinacoteca al territorio, dal territorio alla Pinacoteca

L’itinerario cha ha fulcro nella Pinacoteca nazionale ci mostra i vari luoghi che hanno contribuito alla formazione del Museo, creando una connessione culturale tra il territorio e la “sede”della memoria,
intesa come Pinacoteca.
Le opere d’arte sono il riflesso delle epoche e dei costumiche hanno caratterizzato la città, e lega con
i fili della memoria fatti e successioni temporali che devono essere conosciuti o riconosciuti nelle realtà architettoniche ancora esistenti, protagonisti dei Monumenti Aperti. Ipunti di riferimento, sui luoghi che hanno permesso la costituzione della raccolta pittorica, saranno individuabili nelle testimonianze
di chiese ormai inesistenti come San Francesco e Santa Lucia della Marina e in quelle che ancora sono presenti e visitabili come San Benedetto, San Domenico e N.S. di Bonaria, dando un senso
alle vicissitudini storiche sulla creazione dei pubblici Musei.

Itinerari suggeriti

Pinacoteca - Chiesa Santa Lucia di Marina
Cittadella dei Musei
Torre di San Pancrazio
Chiesa della Purissima
Torre dell’Aquila - Palazzo Boyl
Piazza Martiri
Chiesa Santa Rosalia
Chiesa Santa Teresa (attuale Piccolo auditorium comunale)
Chiesa Santa Lucia di Marina (attuale area archeologica)
Pinacoteca - Santuario di Bonaria
Cittadella dei Musei
Torre di San Pancrazio
Chiesa di Santa Lucia di Castello
Piazza Palazzo - Palazzo Viceregio/Cattedrale/Palazzo di Città
Chiesa della Speranza
Torre dell’Aquila - Palazzo Boyl
Bastione - Piazza Costituzione
Chiesa di san Lucifero
Basilica di San Saturnino
Santuario e Museo di Bonaria
Cimitero di Bonaria
Pinacoteca - San Benedetto
Cittadella dei Musei
Porta s’avanzada
Chiesa San Giacomo
Oratorio SS Crocifisso
Chiesa e Chiostro San Domenico
Chiesa san Vincenzo De’Paoli
Chiesa di San Benedetto

Il sistema dei Teatri a Cagliari

Partendo dal Teatro Lirico, oggi la realtà attuale più importante di Cagliari per gli spettacoli, si ripercorre l’ubicazione degli altri spazi teatrali cittadini, sia in modo reale - i teatri ancora esistenti - sia in modo
virtuale, riguardo agli spazi distrutti o scomparsi,affrontando nello stesso tempo il loro rapporto con
la città, la storia, la società, l’economia, le persone.
Seguendo a ritroso il sistema teatrale cagliaritano, i cenni sulle forme di teatro religioso e edificante consentono di giungere fino all’Anfiteatro romano, usato impropriamente quale sede per spettacoli teatrali e musicali.

Itinerario suggerito:

Teatro Lirico
Parco della Musica
Teatro Civico di Castello
Casa Massonica (già Palazzo Sanjust, già teatro)
Politeama Regina Margherita (oggi area dell’hotel Regina Margherita)
Teatro Massimo via De Magistris (già Cine Giardino)
Chiesa Santa Teresa (attuale Piccolo auditorium comunale)
Auditorium del Conservatorio di musica
Ex Palazzo di Città (già Conservatorio di musica e Sala Scarlatti)
Teatro delle Saline (già Dopolavoro Monopoli del sale)
Fullonica (poi Eden Park/Villaggio del soldato/Excelsior, oggi sede INPS)
Chiesa di S. Maria del Monte (teatro religioso)
Chiesa di S. Croce (teatro religioso)
Chiesa di S. Giuseppe (teatro religioso)
Area antistante Cattedrale (teatro religioso)
Piazza Palazzo (teatro religioso)
Anfiteatro romano

CAGLIARI, NATURAlmente!

Tappe di un itinerario per conoscere la storia dei siti cittadini che promuovono la cultura scientifica e naturalistica cagliaritana e riallacciare i fili che legano ambiente urbano, ambiente naturale
e ambiente rurale: dalla scuola agraria di Sante Cettolini,all’orto botanico di Patrizio Gennari, dalla raccolta paleontologica di Domenico Lovisato, alla collezione dicere anatomiche di Clemente Susini, dal Parco Naturale di Molentargius ai Parchi urbani di Monte Urpinu, Monte Claro e San Michele.
Un patrimonio prezioso per ricchezza di contenuti didattici e per bellezza, che stimola la curiosità, favorisce il benessere psico-fisico e aiuta ariconoscere l’identità dei luoghi e a sviluppare il senso d’appartenenza.

Itinerario suggerito:

Centro della Cultura Contadina - Villa Muscas
Orto Botanico
Museo di Geologia e Paleontologia Lovisato
Parco San Michele
Parco Monte Claro
Parco naturale regionale Molentargius
Percorso Sella del Diavolo
Percorso Colle Sant’Ignazio

Itinerario quartiere Marina

Il Trentapiedi dei Monumenti è un sistema progettato dagli studenti dell’Università di Cagliari che partecipano al “Laboratorio di Didattica e Comunicazione dei Beni Culturali”per guidare i visitatori alla scoperta del quartiere storico di Marina.
Si tratta di un’iniziativa pilota che vuole raccordare la visita ai numerosi siti del quartiere portuale di Cagliari, creando un circuito da compiere a piedi: in questo modo la Marina nel suo complesso potrà essere riscoperta come sito culturale di cui riappropriarsi. Un convoglio pedonale,dotato di capotreno e locomotore umano, partirà dal capolinea, nei pressi della Banca d’Italia (via del Mercato Vecchio, angolo Largo Carlo Felice) e percorrerà le vie del quartiere, segnalando monumenti,siti archeologici e scorci particolari.
Il circuito è organizzato in 12 stazioni: oltre al capolinea, 3 fermate o 8 stazioni di scambio. Queste ultime corrispondono ad altrettanti luoghi visitabili con la guida di volontari e studenti: Nelle“stazioni di scambio” è possibile lasciare il convoglio umano per partecipare alla visita al singolo sito o monumento oppure proseguire secondo il percorso guidato.La partenza della prima corsa dal capolinea è fissata per sabato alle ore 16.30, l’ultima alle 19.00; domenica la prima partenza è fissata alle ore 10.30, l’ultima alle 19.00.

Percorso Rosso:
Banca d’Italia
Via Napoli
Area archeologica e Chiesa di
Santa Lucia
Consiglio Regionale
Sant’Eulalia
Piazza Dettori
Scala di Ferro
Chiesa di Santa Rosalia
Convitto Nazionale
Chiesa di Sant’Antonio
Chiesa del Santo Sepolcro
Chiesa di Sant’Agostino
Banca d’Italia

Percorso Blu:
Banca d’Italia
Chiesa di Sant’Agostino
Chiesa del Santo Sepolcro
Chiesa Sant’Antonio
Convitto Nazionale
Chiesa di Santa Rosalia
Scala di Ferro
Piazza Dettori
Sant’Eulalia
Consiglio Regionale
Area archeologica e Chiesa
Santa Lucia
Via Napoli
Banca d’Italia

CAGLIARI: Informazioni utili

Monumenti Aperti ha sede a Cagliari presso Il Ghetto, via Santa Croce
18, tel. 070.6402115, dove è possibile rivolgersi per informazioni
relative alla promozione ed organizzazione della manifestazione. Un
servizio informativo sarà disponibile presso gli Uffici dell’Assessorato
alla Cultura di Cagliari ai seguenti numeri:
070.6776470 e 070.6776471 e nei seguenti orari:
sabato dalle 16.00 alle 20.00 e la domenica dalle 9.00 alle 20.00.

ESTENSIONE Z.T.L. A CASTELLO
Estesa la zona a traffico limitato del Quartiere Castello per Cagliari Monumenti Aperti.

Il Servizio urbanizzazioni e mobilità del Comune di Cagliari in occasione della manifestazione Cagliari Monumenti aperti, che si terrà sabato 5 e domenica 6 maggio, comunica che la zona a traffico limitato sarà estesa a tutte le strade del Quartiere Castello.

Le limitazioni, in aggiunta a quelle già esistenti, saranno in vigore dalle ore 16.00 alle ore 20.00 di sabato 5 maggio e dalle ore 00.00 alle ore 20.00 di domenica 6. I varchi di accesso alla Z.T.L. saranno presidiati e sarà posizionata la segnaletica stradale verticale e le transenne necessarie per le deviazioni del traffico veicolare.

INFO POINT Cagliari
Informazioni e materiali sulla manifestazione anche in lingua straniera,
presso gli Infopoint del Comune di Cagliari. Orario dalle 8.00 alle 20.00.
Ufficio del Turismo presso SEARCH Sede Espositiva Archivio Storico
Comunale, Sottopiano Palazzo Civico, Largo Carlo Felice, 2
tel. 070.6777187
Infopoint Molo Sanità - Porto
Infopoint piazza Costituzione
Infopoint piazza Indipendenza
www.infopointcagliari.it - email: infopoint.cagliari@gmail.com
Infopoint Mediateca del Mediterraneo, via Mameli, Cell 3423422010 

Orari della Manifestazione
• I monumenti saranno visitabili dalle 16.00 alle 20.00 del sabato
e dalle 9.00 alle 20.00 della domenica.
• L’orario di apertura di alcuni monumenti potrebbe non coincidere
con quelli della manifestazione.
• In alcuni monumenti l’accesso sarà permesso esclusivamente
con visita guidata.
• Nelle Chiese le visite guidate verranno sospese durante le funzioni
religiose.
@ Monumenti Aperti in Internet
Informazioni e dati sulla manifestazione e sui monumenti di Cagliari agli
indirizzi: www.monumentiaperti.com, www.camuweb.it
Monumenti Aperti, Cagliari MONUMENTI APERTI
@monumentiaperti
Informazioni anche su www.sardegnagrandieventi.it
Ufficio Stampa a cura del Consorzio Camù
C/o Centro Comunale d’Arte e Cultura Ghetto, via Santa Croce 18,
09124 Cagliari, tel. 070.6402115; cell. 346.6675296
email: ufficiostampa@camuweb.it
Di seguito si segnalano i monumenti che non seguono interamente
gli orari della manifestazione e i punti di partenza per i
percorsi disponibili per questa edizione:

PERCORSI NATURALISTICI
Percorso Sella del Diavolo, partenza da Piazzale Calamosca
Orari: sabato 5 maggio ore 16.00 e 17.30;domenica 6 maggio alle ore 10.00, 11.30, 15.00, 16.00,17.00.
Durata un’ora e mezzo circa.
Percorso lungo appuntamento ore 8.30 della domenica, max partecipanti
30 persone. Per prenotazioni scrivere a: info@gruppogrottecagliari.it  

Si consiglia vivamente di indossare calzature adeguate.

Percorso Colle di Sant’Ignazio, partenza Faro Calamosca.
Orari: domenica 6 maggio dalle 10.00 alle 17.30, partenza ogni ora.

Chiesa di San Lucifero
Visitabile sabato 5 maggio dalle ore 16.00 alle 17.45, domenica 6
maggio dalle ore 11.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 17.45.
Cripta di San Lucifero
Visitabile sabato 5 maggio dalle ore 16.00 alle 19.00, domenica 6
maggio dalle ore 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00.

Teatro Lirico
Visitabile solamente nella giornata di domenica 6 maggio dalle ore
9.00 alle ore 20.00, le visite partiranno ad ogni ora con una pausa tra
le 13.00 e le 15.00.

Museo del Tesoro e Area Archeologica di Sant’Eulalia
Visitabile sabato 5 maggio dalle 16.00 alle 20.00, domenica 6 maggio
dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 20.00.

Museo del Duomo
Visitabile sabato 5 maggio dalle 16.00 alle 20.00, domenica 6 maggio
dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.

Orto Botanico
Visitabile sabato 5 maggio e domenica 6 maggio fino alle ore 19.00.

Museo di Fisica
Visitabile sabato 5 maggio dalle ore 15.00 alle 18.00; domenica 6
maggio dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Archivio di Stato
Visitabile solo nella giornata di domenica 6 maggio dalle 9.00 alle 20.00.

Museo di Mineralogia L. De Prunner e Geologia Lovisato
Visitabile sabato 5 maggio fino alle ore 19.00 e domenica 6 maggio
dalle ore 10.00 alle 19.00.

Auditorium del Conservatorio G. P. L. da Palestrina
Visitabile sabato 5 maggio dalle ore 16.00 alle 20.000 e domenica 6
maggio dalle ore 9.00 alle 13.00.

Convoglio ferroviario storico
Visitabile domenica 6 maggio dalle ore 9.00 alle 18.30, binario 8 (stazione
F.S. piazza Matteotti.

Museo di Bonaria
Visitabile sabato 5 maggio dalle 16.00 alle 19.30, domenica 6 maggio
dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30.

Palazzo Siotto
Visitabile sabato 5 maggio dalle 18.00 alle 20.00, domenica 6 maggio
dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30.

Chiesa di San Giuseppe
Domenica 6 maggio le visite guidate saranno sospese dalle 13.00
alle 15.00.

Museo di Fisica
Visitabile sabato 5 maggio dalle ore 16.00 alle 20.00, domenica maggio
6 dalle ore 9.00 alle 13.00 e 16.00 alle 20.00.

Teatro Massimo
Visite guidate solo sabato 5 maggio. Durata visite circa un’ora gruppi
di max 25 visitatori. Partenze visite: 16.00 – 17.00 – 18.00 – 19.00
Durante le visite guidate si potrà assistere alle prove aperte del nuovo
spettacolo del Teatro Stabile della Sardegna I miracoli del barone
Munchausen diretto da Laura Pazzola.

info:  http://www.monumnetiaperti.com

Video Gallery