Monumenti Aperti ad Oristano

Venerdì, 15 Ottobre, 2010

Immagine

Grande attesa a Oristano per il ritorno di Monumenti Aperti

Dopo le ottomila presenze dell’edizione 2009, Oristano ospita Monumenti Aperti.
La manifestazione si svolgerà nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 ottobre. Numerose le manifestazioni collaterali che renderanno il programma ancora più ricco e interessante. Così come un intelligente modo per visitare la città è offerto dai sette itinerari proposti.
Ben quarantuno i monumenti che potranno essere visitati, a fronte dei ventisette dello scorso anno. Accanto ai siti già visitabili nella passata edizione come il Seminario Tridentino, la Torre di Mariano II e l’Antiquarium Arborense saranno sedici le novità: la Biblioteca Comunale, l’Archivio di Stato, la Chiesa di San Sebastiano, il Palazzo degli Scolopi, il Palazzo di Città, il Palazzo Campus-Colonna, la Sede della Fondazione Sa Sartiglia, Piazza Martini, la Chiesa e il convento di San Domenico, la Chiesa e il monastero delle Cappuccine, il Teatro Garau, la Torretta medievale, la Chiesa di San Saturnino, il Santuario Basilica di Nostra Signora del Rimedio, il Portale di Vito Sotto e la Cantina della Vernaccia.
In collaborazione con Camera di Commercio, Confesercenti e Confcommercio, è realizzata l’iniziativa Gusta la città, grazie alla quale oltre venti esercizi garantiranno l’apertura nel corso della manifestazione.

Gli appuntamenti al Chiostro

Sarà una due giorni all’insegna della cultura e dell’arte, quella organizzata fra le antiche mura del Chiostro del Carmine in occasione della seconda edizione di “Monumenti Aperti”. Una scelta naturale, in linea con lo spirito che anima l’utilizzo dell’antico convento carmelitano, oggi sede del Consorzio UNO per la Promozione degli Studi Universitari di Oristano, che ospita i corsi decentrati degli atenei di Cagliari e Sassari.
E’ il tema del viaggio ad aprire, sabato 16 alle ore 18.30, il programma del Chiostro del Carmine con lo spettacolo Ribelli, Sognatori, fuggitivi, presentato nell’edizione 2010 del Festival letterario Marina Cafè Noir dall’associazione Chourmo. Il reading, nato da un’idea di Francesco Scanu e Giacomo Casti, mette in scena parole e musica che ripercorrono le suggestioni di un’epoca recente e perduta, spaziando da autori come Jean Claude Izzo a Sergio Atzeni, da Erri de Luca a Stefano Benni e Alessandro Baricco. Domenica 17 ottobre la mattina si apre nella chiesa del Carmine con il concerto degli alunni della scuola media “Deledda”. Alle17,30, presso il Chiostro del Carmine, si terrà la presentazione del romanzo “Cisàus” del regista, sceneggiatore, scrittore e linguista Tore Cubeddu, con le letture di Paolo Pinna e l’accompagnamento musicale di Ramon Pilia e Fabio Selis.

x info sito www.monumentiaperti.com