Entretiempos / Nel frattempo, istanti, intervalli, durate : la mostra dal 15 ottobre 2010 al 16 gennaio 2011 al Man

Venerdì, 8 Ottobre, 2010

Immagine del Man di Nuoro

Entretiempos / Nel frattempo, istanti, intervalli, durate : la mostra dal 15 ottobre 2010 al 16 gennaio 2011 al Man

Una mostra collettiva che riunisce 17 artisti le cui opere, secondo diverse prospettive e utilizzando metodi differenti, raccontano l’esperienza del tempo nelle sue varie accezioni e forme visive. Prendono parte all’esposizione alcune delle figure più importanti del panorama artistico contemporaneo, presentando lavori fotografici, video e pellicole prodotti negli ultimi dieci anni.  La mostra, rispettando l’estensione e la diversità, aspira a riflettere un ampio e paradigmatico spettro delle pratiche visive, partendo dal presupposto che le ipotesi di lavoro che hanno guidato la selezione
delle opere si articolano intorno a diverse tematiche: la natura e gli effetti dell’interruzione
fotografica, e di conseguenza ciò che questo implica nella percezione del movimento e la
presunzione diegetica dell’immagine; il contingente, l’effimero e il caso come forma per
mettere in rilievo l’instabilità delle opere stesse e le loro connotazioni temporali; l’analisi
e la speculazione storica, passando attraverso pratiche relazionate con l’archivio, assieme
all’esperienza della memoria individuale e collettiva, volontaria e involontaria; infine,
l’articolazione tra la fotografia e altre modalità di immagine, definendo combinazioni e
paradossi temporali che si creano in particolar modo tra immagine fissa e movimento.
Spaziando tra immagini del tempo e tempi delle immagini, la mostra si fonda sul paradosso
teorico e narrativo della fotografia per delimitare uno spazio propizio per le intuizioni,
le idiosincrasie e le derive temporali.
Nel terreno degli interstizi si aspira a intensificare la percezione attraverso una esperienza
dell’immagine attenta e riflessiva. In un certo qual modo, ciò che si prefigura è l’urgenza
dello spettatore pensieroso, diverso dallo spettatore frettoloso, disinteressato ed estraneo.
Nonostante ci sia la tendenza a dare valore alla velocità e accelerazione come requisiti
distintivi delle società postmoderne, risulta sconcertante (e per questo necessario) segnalare
indizi di inclinazioni artistiche che tendono verso ritmi contrari, favorendo una relazione
decelerata, esperienziale e dialettica con il tempo, in una sfida fatta di discontinuità
e allentamento che riconcilia il lavoro della ricezione con i ritmi del pensiero e della
memoria (che, come sappiamo, tendono a ritenere più l’immagine fissa che l’immagine in
movimento). In definitiva l’entretiempo è il luogo dove, sia fuori che dentro, mente e corpo,
fattuale, immaginario e realtà non sono più concetti dissociati. Si tratta di un luogo in cui
l’immaginario diviene un teatro della memoria – grande, aleatorio, labirintico e metamorfico
– la cui comprensione inizia in ogni immagine suggestiva per attivare la percezione dello
spettatore attraverso la particolare trama di associazioni e stimoli che scatena.
man _ museo d'arte provincia di nuoro
via satta, 27. 08100 nuoro tel +39 0784 252110
orari 10:00 - 13:00 / 15:30 - 19:30 lunedì chiuso

 man.nuoro@gmail.com

Video Gallery