Dal 25 luglio al 16 settembre 2011 “Teatri di pietra, le voci di Astarte” in 8 splendidi siti archeologici della Sardegna

Domenica, 24 Luglio, 2011

Immagine

“Teatri di pietra, le voci di Astarte”,direzione artistica Sabrina Barlini,organizzazione Teatro del Sottosuolo, dal 25 luglio al 16 settembre 2011

 Dopo l’ampio consenso ottenuto nella scorsa edizione prenderà il via, lunedì 25 luglio 2011, “Teatri di pietra, le voci di Astarte” ideata e organizzata da Il Teatro del Sottosuolo e diretto da Sabrina Barlini. proporrà, fino al 16 settembre 2011, un calendario di 8 appuntamenti, programmati in 8 splendidi siti archeologici: Tempio di Astarte_Monte Sirai, Tempio di Antas_Fluminimaggiore, Nuraghe di Seruci_Gonnesa, Montessu_Villaperuccio, Tomba dei Giganti_Santadi, Nuraghe e Anfiteatro_Sant’Anna Arresi e infine nell’Arena Fenicia di S. Antioco. Monumenti e paesaggi inediti di un territorio continuamente da scoprire e da condividere, che ospiteranno otto opere teatrali al femminile di artiste quali, fra gli altri, Serena Sinigaglia, Arianna Scommegna, Lucilla Giagnoni, Susanna Mannelli, Rita Atzeri, Francesca Falchi e Iaia Forte. Attrici e registe di grande talento nel panorama italiano. Proposte che hanno in comune l’originalità della rilettura del tema classico, coniugato con i luoghi e declinato nelle sue diverse anime.

“I teatri antichi e le aree archeologiche – sottolinea Sabrina Barlini - costituiscono una dorsale di cultura ed emozione che, salvaguardata, può moltiplicare gli investimenti nella ricerca, nello spettacolo, nelle arti, ma anche nello sviluppo sostenibile del paesaggio. Da queste riflessioni si è sviluppato, il progetto “Teatri di Pietra le voci di Astarte”, nato proprio nell’area del Sulcis Iglesiente. L’obiettivo è la creazione di un sistema di fruizione contemporanea delle aree archeologiche attraverso lo spettacolo.

L’inaugurazione, lunedì 25 luglio alle ore 20.00, presso il Tempio di Astarte nel Monte Sirai, è affidata a Serenella Sinigaglia, regista di Le Troiane, tratto da Euripide, con la traduzione di Laura Curino, Le Troiane è un coro di donne piangenti: le voci straziate di Ecuba e Cassandra di Andromaca e di Elena… un vero e proprio concentrato  di personaggi enormi, dei veri e propri giganti della classicità. Martedì 26 luglio ore 21,30, al Tempio di Antas a Fluminimaggiore con Arianna Scommegna straordinaria attrice trentaseienne sulla cresta dell'onda, riporta a casa la Cleopatras di Giovanni Testori, quest’opera tocca tutti i tasti del rimpianto per la perduta ricchezza della vitalità. Giovedì 28 luglio sempre alle 21,30 nel Nuraghe di Seruci Big Bang una produzione della Fondazione Teatro  Piemonte Europa con Lucilla Giagnoni l’eterna domanda dell’individuo di fronte all’infinità, al mistero dell’universo, su fino al momento dell’inizio; gli appuntamenti proseguono nel mese di Agosto a partire dal 9 agosto alle 20,00 nel sito Montessu Villaperuccio alle Domus de Janas con il gruppo Cronopios  testo e regia di Susanna Mannelli con Filipe Moretti dal titolo “Quando riuscivamo a morire” racconta: Miriam riemerge dal sottosuolo e racconta il suo viaggio, la sua passione per i pozzi e la curiosità di vederne il fondo; prosegue il 13 agosto alle 19,30 nella Tomba dei Giganti Santadi  con “La grana della voce – polifonie poetiche” regia Susanna Mannelli, coproduzione Botti du Schoggiu  e il Teatro del Sottosuolo, la parola distillata della poesia si fonde con la parola evocata del canto polifonico, diventando intimità donata al pubblico attraverso fonemi dei popoli: bulgari, georgiani, macedoni, spagnoli, argentini e carlofortini; il 24 agosto ci saranno due spettacoli uno al tramonto  alle ore 20,00 nel Nuraghe di S.Anna Arresi con  “Tottu sa vida” dal testo di Paola Alcioni con Rita Atzeri de il Crogiuolo, la fantasticazione del “possibile” come chiave per elaborare il lutto, questo potrebbe essere l’adeguato sottotitolo allo spettacolo e alle  ore 22,00 nell'Anfiteatro  sempre a S. Anna Arresi  una produzione il Crogiuolo con Rita Atzeri e Francesca Falchi con “Vedove allegre” due quarantenni scoprono chiacchierando di avere, oltre ad una affinità di gusti musicali, una singolare caratteristica che le accomuna: la plurivedovanza. Chiude il 16 settembre alle ore 21,00 nell’Arena Fenicia di S.Antioco lo spettacolo “Penelope” di con Iaia Forte - attrice amatissima anche dal cinema -  liberamente ispirato all’Odissea di Omero raccontata al femminile.

Teatro del Sottosuolo 
info:Tel./fax: 0781/1896100 347 8653951 - 328 6356822
http://www.teatrodelsottosuolo.com

Il festival è sostenuto da:

Regione Sardegna Assessorato del turismo, artigianato e commercio

Regione Sardegna Assessorato della Pubblica istruzione,  Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport.

Provincia di Carbonia Iglesias  Assessorato al Turismo, Eventi, Cultura e Sport

In collaborazione:

Consorzio Progetto Sulcis Cultura circuito per la promozione della cultura e dello spettacolo dal vivo nella Provincia di Carbonia Igleisas

compagnia Botti Du Schoggiu di Carloforte per direzione tecnica

Comune di Carbonia, Gonnesa, Santadi, Villaperuccio, S.Anna Arresi, S.Antioco e Fluminimaggiore

Un grazie alle Cooperative che gestiscono i siti:

Mediterranea di Carbonia

Start Uno di Fluminimaggiore

L'Elica di Gonnesa

Associazione Muntangia di Fluminimaggiore

Associazione del Carignano del Sulcis