A Bosa sabato e domenica "Monumenti Aperti" 2011

Venerdì, 28 Ottobre, 2011

ImmagineA Bosa  Sabato 29 e domenica 30 ottobre   Monumenti Aperti 2011  

Sabato 29 e domenica 30 ottobre Monumenti Aperti conclude il suo tour regionale giungendo per la seconda volta a Bosa.

Nata a Cagliari nel 1997 dall’iniziativa delle Associazioni Culturali Ipogeo e Imago Mundi e del Comune di Cagliari, con la volontà di aprire dei luoghi solitamente inaccessibili, Monumenti Aperti ha ben presto assunto dimensione regionale. Infatti il successo costantemente riscosso ha indotto l’Amministrazione Regionale a farla propria per estenderla dal capoluogo a aree sempre più vaste del territorio della Sardegna. Adesione confermata anche per questa edizione dagli Assessorati regionali del Turismo e della Pubblica Istruzione e Beni culturali che sostengono Monumenti Aperti, senza soluzione di continuità, sin dall’edizione 2005.

Il coordinamento generale della rete di Monumenti Aperti è affidato come sempre all’Associazione culturale Imago Mundi, mentre localmente la manifestazione è organizzata dalle Amministrazioni comunali, supportate da un gruppo di coordinamento.

La promozione, la comunicazione e la didattica sono realizzate in collaborazione con il Consorzio Camù.

Sono 20 i monumenti, le cui schede sono inserite nella guide anche in lingua inglese, che potranno essere visitati grazie agli studenti, agli insegnanti e ai numerosi volontari di associazioni culturali.

Novità di questa edizione è la Chiesa di Santa Croce che risale al 1580 ed è abbellita dagli affreschi di Emilio Scherer realizzati alla fine del XIX secolo; di grande suggestione sono anche le statue raffiguranti Gesù nell’orto, la flagellazione, la coronazione di spine, il Cristo portacroce e la Madonna Addolorata, che in occasione dei riti della Settimana Santa vengono portate in processione.

 Questi gli altri monumenti, che erano tutti presenti anche nell’edizione 2010: Il Corso Vittorio Emanuele II, la Cattedrale dell’Immacolata, la Chiesa del Rosario, il Museo Casa Deriu, la Pinacoteca Melchiorre Melis, la Pinacoteca Atza, la Piazza Costituzione (Piazza Fontana), la sede della Società Operaia, il Castello Malaspina, la Chiesa di Regnos Altos, il Rione Sa Costa, la Chiesa e il convento del Carmelo, la Biblioteca con l’Archivio Storico, la Chiesa di San Pietro Extramuros,  il Quartiere e il Museo Le Conce, il Complesso dei Cappuccini e la Chiesa di Santa Maria degli Angeli e infine  il Museo Etnografico “Stara”.

 Si potrà scegliere di scoprire i monumenti scegliendo uno o più dei 3 itinerari proposti e che sono consultabili nella guida e sul sito; oppure utilizzare il Trenino turistico (4.00 € la corsa) col seguente itinerario: partenza dal  Corso Vittorio Emanuele, Chiesa del Carmelo,Castello Malaspina, Convento dei Cappuccini, Le Conce, Chiesa di San Pietro e Cattedrale dell’Immacolata. Il trenino effettuerà 3 corse il sabato pomeriggio: ore 15.30/16.30/17.30; 3 corse la domenica mattina: ore 10.00/ 11.00/12.00 e 3 corse la domenica pomeriggio: ore 15.30/ 16.30/17.30.

 Appuntamento poi con Gusta la città il connubio tra cultura e gastronomia: 28 ristoranti apriranno la loro attività nelle giornate di Monumenti Aperti affinché la manifestazione abbia un maggior successo. (elenco completo degli esercenti aderenti nella Guida ai monumenti)

 

In concomitanza con Monumenti Aperti vengono proposti anche alcuni eventi collaterali che contribuiscono a rendere ancora più interessante la Manifestazione.

Sabato 29 alle ore 18, nei locali della biblioteca civica verrà presentato il libro: Se fossi una conchiglia… ti amerei per sempre di Daniela Frigau, scrittrice di  Burcei che ambienta il suo libro a Bosa.

Al Convento dei Cappuccini esposizione delle opere d’arte pertinenti alla Chiesa di Santa Maria degli Angeli e conservate per tanto tempo presso il Seminario vescovile: 17 dipinti e 3 statue, una che rappresenta Santa Maria e degli angeli e 2 che raffigurano San Giuseppe. Le opere di proprietà del Fondo degli edifici di culto, contribuiscono a documentare la storia dell’edificio nei secoli XVII e XVIII. Questa esposizione è resa possibile grazie all’intervento del Ministero per i beni e le attività Culturali  e il Ministero dell’Interno.

Sempre presso il Convento dei Cappuccini: sarà allestita un’esposizione di reperti archeologici del territorio, a cura della Soprintendenza archeologica di Sassari

Infine presso il Teatro civico il Laboratorio ed esposizione dell’artigianato locale “su lauru osincu” .

(elenco completo delle iniziative nella Guida ai monumenti)

I monumenti sono visitabili gratuitamente: sabato 29 ottobre dalle ore 15 alle ore 19 e domenica 30 dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00. La Cattedrale effettuerà invece i seguenti orari: sabato dalle ore 15 alle ore 17.30 e domenica  dalle ore 9.00 alle ore 10.30 e dalle ore 15.00 alle ore 17.30.

 Nelle chiese le visite verranno sospese durante le funzioni religiose.

 L’ADESIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Per il sesto anno consecutivo la manifestazione ha ottenuto l’Adesione concessa dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il riconoscimento era stato attribuito per la prima volta nel 2006 dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Con una lettera inviata al Comitato scientifico regionale di Monumenti Aperti il Presidente Napolitano, anche quest’anno, ha formulato “fervidi auguri per il successo dell’iniziativa” destinandole, quale suo premio di rappresentanza, una medaglia celebrativa, la terza consecutiva, della quindicesima edizione.

 ANNO EUROPEO DEL VONTARIATO

Un anno per rendere omaggio all'opera dei volontari, facilitare il loro lavoro e incoraggiare altri ad impegnarsi al loro fianco: è con questo spirito che il 2011 è stato proclamato Anno europeo delle attività di volontariato che promuovono una cittadinanza attiva. Infatti per la Commissione Europea, il volontariato costituisce un’attiva espressione di partecipazione civica che rafforza i valori europei comunitari quali solidarietà e coesione sociale, con quasi cento milioni di cittadini di tutte le età che  hanno utilizzato il proprio tempo libero, il proprio talento e denaro per offrire un contributo nella propria comunità come volontario in diverse organizzazioni civili. Monumenti Aperti, in virtù della coerenza dei propri principi con le linee di indirizzo europee, risponde allo spirito e agli obiettivi promossi dal Piano Italia 2011 dell'Organismo Nazionale di Coordinamento - Dg Volontariato, Associazionismo e Formazioni sociali -  Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Ed è per questo che la Manifestazione è stata inserita nel novero delle iniziative che possono fregiarsi del marchio del Programma.

informazioni e schede  di momumenti e itinerari  sul sito http://www.monumentiaperti.com

Video Gallery