Per Animanera Mediterranea 2010 arrivano i Gospel: domenica 26 e martedi 28 dicembre al Teatro Eliseo di Nuoro

Lunedì, 20 Dicembre, 2010

Immagine

Immagine

16° Festival Internazionale Animanera/Mediterranea 2010

 

L’Intermezzo ricalca le scene del Teatro Eliseo di Nuoro con la manifestazione evento Animanera/Mediterranea 2010 alla sua 16° edizione.
Dicembre all’insegna di un viaggio “corale-culturale” che,  attraverso 7 tappe, sta spaziando  dal canto a cappella al cabaret, dalla letteratura al tango passionale argentino per raggiungere la destinazione finale “più soul e nera” del gospel.
Al via anche i tanto attesi concerti Gospel che avranno come protagoniste alcune delle più suggestive chiese dell’hinterland nuorese.
L’Associazione Culturale L’Intermezzo vi invita a partecipare ad uno dei suoi più consolidati e irrinunciabili appuntamenti: un vero e proprio tour dei  “Nate Brown & One Voice”, direttamente da Washington D.C., diretti da Nate Brown, gruppo vincente del National Pathman Competition, nel meraviglioso scenario del Winter Garden, presso il World Financial Center di New York.

 

Domenica 26

ore 21,00

Collegium & La Corale in Rock and Popular Music

Felice Cassinelli, Christian Cassinelli (

tastiere),Nicola Vacca, Marco Frigau (batterie) Franco Vacca, Andrea Muscas   (chitarre),Tore Pisu (basso),Roberta Cassinelli, Carla Concas, Sonia Melis, Caterina Lai, Martina Frau, Raffaella Tedeschi,Valentina Frau, Sara Usai, Letizia Demontis, Elisa Perra, Gessica Serra (corale)    

ROCK AND POPULAR MUSIC

Itinerario musicale fra le celebri melodie del rock, della popular music e della musica sarda

Si tratta di uno spettacolo del celebre gruppo rock isolano “I Collegium” e dalla nota

formazione vocale “La Corale” di Siurgus Donigala, con un repertorio che spazia fra i

differenti generi musicali a partire dagli anni ’60 fino ai giorni nostri.

L’iniziativa prevede l’esecuzione brani fra i più conosciuti appartenenti sia al genere

rock, che ai generi blues, rhytm’n blues, jazz e soul anche attraverso un percorso

comparativo con brani appartenenti al repertorio tradizionale e popolare sardo e alla

popular music in senso lato. Il programma viene interpretato in modo strumentale e

vocale in modo da produrre sia una timbrica e una sonorità di particolare e

coinvolgente impatto sonoro che un effetto acustico raffinato adeguato ai generi

musicali proposti.

 

 

Martedì 28

ore 21,00

Concerto Gospel

Nate Brown & One Voice

special guest Tenore de Oniferi

Direttamente da Washington D.C., diretto da

 ate Brown, il gruppo che ha vinto la National Pathman Competition, nel meraviglioso scenario del Winter Garden, presso il World Financial Center di New York.

Nate Brown

della Duke Ellington Jazz Band, con la quale si è esibito in Inghilterra, Francia, Belgio e Canada.

Nate ha anche frequentato il Berklee College of Music, si è esibito in festival prestigiosi come il

Festival Jazz di Marciac in Francia, ha vinto premi e riconoscimenti e si è diplomato come primo

sassofono nel ‘98. Ha avuto l’onore di esibirsi con musicisti di livello internazionale come Wynton Marsalis (Award winner) Roy Hargroove, Tony Terry, Tyron Powell e altri.

E’ fondatore del gruppo gospel “Nate Brown & Wilderness”, con cui registra nel 2003 il primo cd “Tell

the World”, grazie al quale il gruppo ottiene ottime recensioni su riviste e siti specializzati,riconoscimenti e l’opportunità di aprire importanti concerti, come Seven Sons of Soul.

Nate si è occupato del Music Ministry nella chiesa Battista per cinque anni, periodo in cui ha dimostrato di essere anche un ottimo insegnate, portando il gruppo gospel di bambini alla vittoria del primo premio della Kellog’s Gospel Sing Off Competition. Attualmente Nate ha la direzione musicale della First Baptist Missionary Church. Nel 2008 “Nate Brown & Wilderness” hanno vinto il Grand Prize della prestigiosa National Pathmark Competition, che si svolge a New York, nel grandioso scenario del Winter Garden all’interno del World Finacial Center.

I

Tenore de Oniferi, formati da Francesco Pirisi (voche), Carmelo Pirisi (mesu ‘oche), Giovanni Piris (contra) e Raimondo Pidia (bassu), dalla straordinaria e peculiare arte del canto a tenores (cui l’Unesco, nel 2005, ha conferito il titolo di “patrimonio dell’umanità”) calcheranno per ultimi il palco del Teatro Eliseo di Nuoro. 

ha frequentato il Duke Ellington College of Music in Washington, e ha contribuito al successo

Le peculiarità del quartetto San Gavino, oltre ad alcune varianti nella composizione delle voci, sta nell’aver dato piena dignità a un corpus poetico che rischiava negli anni di perdersi negli archivi, dimenticato da tutti: i testi dei brani sono vere e proprie poesie di alcuni dei maggiori cantori dell’isola - Montanaru, Peppino Mereu, Remundu Piras, con particolare interesse per le composizioni locali.

per informazioni:  http://www.intermezzonuoro.it Immagine

Video Gallery