Settembre dei poeti

Un momento dell'edizione 2007

Cabudanne de sos poetas
Dal 28 al 31 agosto a Seneghe la quarta edizione di Settembre dei poeti – Cabudanne de sos poetas, il Festival della poesia organizzato dall’Associazione Perda Sonadora. Quattro giorni di ascolto poetico, incontri con gli autori e con esponenti del mondo letterario, per le strade e le piazze del piccolo paese nel centro del Montiferru. La poesia sarda incontra il mondo è il sottotitolo della manifestazione, perché come negli anni precedenti, Seneghe per tre giorni diventerà luogo di incontro tra la poesia e i poeti della Sardegna con quelli dei continenti.

Sin dalla prima edizione il paese ha risposto con entusiasmo all’invasione di artisti e visitatori. Molte le case aperte e messe a disposizione dell’organizzazione per l’accoglienza, creando una piccola rete di albergo diffuso che rende l’esperienza del Festival di Seneghe ancora più affascinante e godibile. Un’esperienza nata proprio a Seneghe e in seguito riproposta da altre manifestazioni culturali in Sardegna.

Altra importante caratteristica è il coinvolgimento delle realtà locali, come la Biblioteca (che, grazie alla collaborazione del Sistema Bibliotecario del Montiferru, nei giorni del festival resta aperta al pubblico e dedica i suoi spazi alla letteratura per l’infanzia), la Pro loco, le altre associazioni di cittadini, le scuole.

Il programma del festival
Durante i tre giorni del Festival, nei consueti spazi di Sa Prentza De Murone, Campanilli de S’Arrosariu, S’Arruga de Puzu Arru e Partza de Sos Ballos, poeti, scrittori, giornalisti, musicisti, si incontrano per discutere di poesia e di poeti, di ieri e di oggi, della Sardegna e di altri luoghi.
All’edizione 2008 partecipano tra gli altri, Valerio Magrelli, Alfonso Berardinelli, Gabriele Frasca, Franco Loi, Umberto Fiori, Mario Benedetti, Laura Pugno, I Nuovi Bogoncelli. A concludere le giornate gli attesi Diari Seneghesi di Paolo Nori e La Lettura della Buona Notte, a cura di Andrea Tramonte.

Gli spettacoli
I Nuovi Bogoncelli in Dei seneghesi e dei poeti rovinati. I nuovi Bogoncelli sono Paolo Nori alla tromba, Marco Raffaini alla fisarmonica, Gabriele Bevilacqua al piano e Andrea Lucatelli al basso. Una versione inedita del loro spettacolo realizzata per Settembre dei poeti. I Nuovi Bogoncelli sono un gruppo musicale che non sanno suonare, e allora si devono inventare delle cose, come recitare e cantare ma non sono tanto bravi neanche a far quello. Uno straordinario e stralunato spettacolo a più voci sulla poesia, l’amore, il senso della vita e l’essere seneghesi.
Vòltess: dodici canzoni su testi poetici di Franco Loi, uno dei più grandi poeti italiani viventi. Uno spettacolo scritto da Tommaso Leddi per la voce di Umberto Fiori. Vòltess (Vòltati) costituisce un incontro davvero unico tra poesia e musica, lontano tanto dagli ammiccamenti letterari della canzone “d’autore” quanto dai cerebralismi di certe operazioni “colte”. Cantada a sa campidanesa: conferenza-concerto sull’improvvisazione poetica nella Sardegna meridionale. La gara poetica campidanese (cantada) è uno spettacolo di versificazione estemporanea veicolata attraverso il canto da un’élite di professionisti sui palchi delle piazze dei centri agricoli del sud della Sardegna e dell’hinterland cagliaritano durante le principali festività comunitarie.

I laboratori
Un'iniziativa mirata a coinvolgere i giovani e avvicinarli alla poesia. Roberto Magnani terrà un laboratorio per la comprensione e lettura della poesia attraverso il linguaggio teatrale. Roberto Magnani è un giovane attore con molta esperienza maturata con il Teatro delle Albe di Ravenna (hanno prodotto attività di laboratorio con giovani a Scampia a Napoli e in Senegal). E’ anche l'interprete del film "La destinazione" di Piero Sanna: è lui il giovane carabiniere inviato in Sardegna.