Calagonone Jazz

Calagonone Jazz

Il grande jazz in Sardegna
Il festival Cala Gonone Jazz è nato nel 1988 ed è organizzato dall'Associazione Culturale Intermezzo. Da vent'anni Calagonone Jazz propone al suo pubblico una prestigiosa galleria di musicisti.
La suggestiva sede dei concerti che ospita jazzisti fra i più noti nel panorama nazionale e internazionale divertendo e coinvolgendo non solo il pubblico ma anche gli organizzatori e gli stessi musicisti, è l'Anfiteatro Ticca.

La XXI edizione si svolge nel Parco di Villa Ticca, residenza privata messa a disposizione del Festival in attesa della fine dei lavori di restauro dell’Arena Ticca, il luogo che ha visto nascere questo festival.

L'edizione del 2008 propone quattro appuntamenti di notevole interesse.
Dalla collaborazione con il Circuito Danza Sardegna, organizzato dall'Associazione Enti Locali per lo Spettacolo, nasce l'idea di proporre un balletto nella serata di apertura della rassegna. Giovedì 17 luglio la Compagnia di Danza Botega presenta "Ostro", un balletto incentrato sulla contaminazione dei diversi stili della compagnia: hip hop, danza acrobatica e contemporanea che si sviluppano sulle note della musica etnica del Mediterraneo dall'araba alla sarda, dalla balcanica alla genovese.

Il Brad Mehladu Trio si esibisce venerdì 18 luglio quando per la prima volta si potrà assistere in Sardegna all'esibizione del pianista che si è affermato nella scena mondiale con dischi di altissimo livello rendendolo uno dei musicisti jazz più interessanti della sua generazione.

Sabato 19 luglio è la volta di Carla Cook che si esibirà accompagnata da Antonio Ciacca Quartet. Una tipica esponente del jazz nero americano accompagnata dalla musica di un gruppo che si è affermato a livello internazionale grazie alla compartecipazione nel quartetto di Steve Lacey, nel quintetto di Benny Golson e con David Murray.

La serata conclusiva del Festival è affidata proprio al David Murray Black Saint Quartet il cui leader ha realizzato 230 incisioni, essendo diventato punto di riferimento per un'intera generazione di jazzisti dopo la fondazione del World Saxophone Quartet nel 1976.

Video Gallery