I carnevali di Sardegna

lSiete pronti a vivere con le comunità locali i Carnevali identitari della Sardegna? ll carnevale in Sardegna ha mille volti affascinanti. Quello antico dei suggestivi carnevali barbaricini che - con le loro ancestrali maschere antropomorfe e zoomorfe, le vesti di pelli di capra, orbace e campanacci – rievocano riti misteriosi, danze propiziatorie e un rapporto stretto tra uomo e animale. Quello vibrante dei carnevali a cavallo, come quello di Oristano ("Sa Sartiglia"), durante il quale i cavalieri devono infilare in corsa una stella di metallo, auspicio di buon raccolto, e quello di Santulussurgiu ("Sa Carrela 'e nanti") nei quali i cavalieri mostrano il loro valore, coraggio e abilità, sfidandosi in corse temerarie per il centro cittadino. Oppure quello irriverente di Tempio con il fantoccio di Re Giorgio processato e bruciato in piazza, senza dimenticare la simbologia dei travestimenti di Bosa.Ma i Carnevali  hanno caratteristiche proprie in ogni Comune. .......   in particolare in Barbagia..........................................

BosaFonniGavoi, LodineLodèLulaMamoiadaNuoroOllolaiOlzaiOniferiOrani,  Oristano,  OrotelliOttanaOvoddaSamugheoSantu LussurgiuSarule,Tempio pausania.........

I carnaveli sono una straordinaria occasione per vivere i territori e scoprirne le identità, le culture, le eccellenze paesaggistiche, artsitiche, enogastronomiche: eccellenze  che ognuno di essi esprime......un'occasione per  vivere tra le persone, come" ospiti", doverosamente rispettosi di una festa unica e piena di signifcati identitari a cui si è invitati a partecipare....